skip to Main Content
Una Strategia Nazionale Per Affrontare La Crisi Idrica

Non si arresta l’emergenza idrica che ha interessato l’Italia da nord a sud durante il 2017. Pioggia e neve non sono bastati per far tornare gli invasi naturali e artificiali ai livelli precedenti la grande siccità dell’anno passato. La situazione è più drammatica nelle regioni del sud, dove le precipitazioni risultano inferiori del 45% rispetto alla media del periodo. Le conseguenze di questa situazione, in termini sia economici sia ambientali, si faranno sentire nei mesi a venire. Dal momento che gran parte degli invasi sono a riempimento pluriennale, la crisi in corso sta pregiudicando la disponibilità di risorse idriche anche per i prossimi anni.

Queste le conclusioni dell’ANBI (Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue) espresse nella riunione tra l’associazione e i principali consorzi irrigui italiani, tenutasi a Bologna la scorsa settimana. Per affrontare questa situazione di “siccità diffusa”, l’ANBI evidenzia la necessità di una strategia nazionale pianificata e dotata di obiettivi programmatici, ed esorta l’organizzazione immediata di tavoli di concertazione tra le parti interessate e l’avvio dei cantieri per i nuovi bacini.

Leggi l’articolo su La Nuova Ecologia.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top